Antagonismo e No TAV


Italiano: Marcia del 16 novembre 2005 in Itali...

ANTAGONISMO E NO TAV

Gli abitanti di una località particolare possono opporsi a una grande opera d’interesse generale se sospettano che sia nociva alla loro salute e al loro ambiente, possono chiedere delle migliorie e giustamente esigere dallo Stato una specie di royalty per compensare i danni ambientale e i rischi per la salute non evitabili. In questi casi si parla di sindrome NIMBY (acronimo di “not in my back yard” che si traduce “no nel mio cortile”) e in Italia si possono citare i casi del rigassificatore di Rovigo che nessuno voleva o dell’inceneritore di Napoli che non è utilizzato (a differenza del termovalorizzatore di Brescia). Continua a leggere “Antagonismo e No TAV”

Annunci

Un federalismo liberista come antidoto al secessionismo e alla cultura mafiosa


Federalismo = Egoismo?
Federalismo = Egoismo?

UN FEDERALISMO LIBERISTA COME ANTIDOTO AL SECESSIONISMO VENETO E ALLA CULTURA MAFIOSA

Si dice che molti e veneti siano razzisti o comunque diffidino dei meridionali e che votino Lega Nord per ragioni puramente economiche, ossia per difendere egoisticamente i propri interessi, pronti per questo alla secessione, se servisse. Tuttavia, sebbene l’aspetto etnico ed economico esistano e siano spesso inestricabili, non è giusto ridurre l’interpretazione della realtà in termini così lapidari e non valutare nemmeno se l’ipotesi di un federalismo liberista (che non esclude il permanere di servizi sociali primari statali accanto a forme privatistiche) non possa essere, in questi tempi di globalizzazione dei mercati, una soluzione congiunta della questione settentrionale e meridionale e un antidoto alle tentazioni secessioniste. E’ per tali ragioni che mi accingo a proporre all’attenzione dei lettori, del sud e del nord, le seguenti riflessioni. Continua a leggere “Un federalismo liberista come antidoto al secessionismo e alla cultura mafiosa”