Antagonismo e No TAV


Italiano: Marcia del 16 novembre 2005 in Itali...

ANTAGONISMO E NO TAV

Gli abitanti di una località particolare possono opporsi a una grande opera d’interesse generale se sospettano che sia nociva alla loro salute e al loro ambiente, possono chiedere delle migliorie e giustamente esigere dallo Stato una specie di royalty per compensare i danni ambientale e i rischi per la salute non evitabili. In questi casi si parla di sindrome NIMBY (acronimo di “not in my back yard” che si traduce “no nel mio cortile”) e in Italia si possono citare i casi del rigassificatore di Rovigo che nessuno voleva o dell’inceneritore di Napoli che non è utilizzato (a differenza del termovalorizzatore di Brescia). Continua a leggere “Antagonismo e No TAV”

Annunci